Thursday 21 july 2011 4 21 /07 /Lug /2011 14:30

spriz

"Un cane che morde un uomo non è una notizia, ma se è un uomo a mordere un cane allora si che è una notizia..."
La frase sopra citata dovrebbe essere un paradosso, invece deve essere la linea guida di molte redazioni giornalistiche visto che pochi giornalisti si esimono dall'applicarla! (a condizione che l'uomo che ha morso il cane non sia ricco e potente, magari un politico di livello, altrimenti zitti tutti...)
Perché vi dico questo?
Perche oggi, guardando il consueto programma comico su Italia 1 (no, non Zelig, quello è su Canale 5, bensì Studio Aperto), sono rimasto basito da un pseudo servizio riguardo una disfida alcolica che forse (forse... non si è certi, anzi facilmente ci si sbaglia...) era in programma in quel di Bolzano.
Nell'ascoltare il servizio veniva raccontato di una specie di sfida lanciata in internet da parte degli esercenti di un locale di Bolzano centro: la sfida consisteva nell'organizzare un Happy Hour a base di vino, birra, alcolici, il cui vincitore sarebbe stato colui che per ultimo avesse ceduto all'ubriachezza!
Già raccontata così è notizia a cui potrebbe crederci solo chi ancora da per certa l'esistenza di Babbo Natale, della Fata Turchina e di Pinocchio (fosse vera andava detto "a Bolzano esiste un pubblico esercizio, in centro, gestito da coglioni", il resto non conta) ma la cosa che più mi stupisce è il voler comunicare tale pseudo notizia al resto d'Italia, a cosa serve infatti?
A nulla, se non a screditare la giovane cittadinanza di una città molto più civile di tante altre.
Oggi pomeriggio, infatti, ogni persona che venisse ad apprendere una simile cosa etichetterebbe i giovani Bolzanini come degli alcolizzati marci... d'altra parte si fa svelti a sparare nel mucchio: tutti ubriachi, tutti stupidi, tutti mammoni e nullafacenti.
Basta, smettiamola con i luoghi comuni, perché, invece di comunicare una notizia di cui non si ha certezza, il giornalista non ha comunicato quanti sono in Italia i ragazzi under 30 che fanno parte della Protezione Civile, quanti sono quelli che impegnano il tempo libero nella Croce Rossa, nelle associazione che offrono sostegno agli anziani (quanto vi ammiro per questo) quelli che vanno a raccogliere immondizie, ad accudire gli animali abbandonati, ecc.ecc. (e senza cui questo Paese non andrebbe avanti) o anche, solamente, perché non dice quanti sono quelli che si comportano normalmente da persone civili rispettando i loro compiti?
Smettiamo di dare spazio a chi cerca sempre e solo l'eccesso, come segnalava ieri Cantastorie ignoriamo chi dice "mai un momento di normalità, voglio solo eccessi!!" non diamo loro spazio, censuriamoli, esaltiamo il normale una volta per tutte, e poniamo tale individuo al centro dell'attenzione.
Ma l'importante è mordere il cane (forse) il resto non serve: tutti dentro l'Happy Hour, tutti persi....
 
P.S. ieri sera grande festa per la laurea del mitico Enrico: tantissimi giovani, media inferiore ai 28 anni, tantissimi e tutti scatenati nel ballare, mangiare, assaggiare vini di ogni dove (ed il termine assaggiare è limitativo oltre modo...), spritz, ed altro.
Però nessuno si è ubriacato, nessuno si è perso nel ciglio della strada, nessuno è "andato in escandescenza", nessuno ha vomitato: zero volgarità, zero incidenti stradali e non è venuta mai meno l'educazione ed il rispetto per il prossimo (sia per chi, come me, ha parecchi anni in più, o semplicemente tra loro) da parte di questi giovani educati e responsabili, con la testa sulle spalle.
Ragazzi che ammiro ed esalto: erano tutti dentro l'Happy Hour senza essere fuori di testa, come invece, ogni tanto, va qualche cronista.
 
AC
Di Circolo dei Saggi Bevitori - Pubblicato in : Io la penso così - Community : Il mondo del vino
Scrivi un commento - Vedi 2 commenti
Torna alla home

DISCLAIMER

Questo blog non è, ne vuole essere, una testata giornalistica: viene aggiornato mantenendo una periodicità quasi quotidiana, a pura discrezione di chi lo scrive, pertanto non può essere considerato prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7 marzo 2010.

Le immagini e le fotografie a corredo dei post sono state eseguite da chi le pubblica, oppure raccolte in rete.
L'eventuale pubblicazione di immagini coperte da copyright è avvenuta senza intenzionalità. Esse verranno immediatamente rimosse a seguito di semplice richiesta tramite e.mail all'indirizzo alessandrosb@libero.it

PROFILO DEL BLOG

Questo blog nasce il 30 gennaio 2009 come strumento di comunicazione e di confronto tra i soci del Circolo dei Saggi Bevitori (vedi sotto).
La sua evoluzione lo ha portato sempre più ad abbandonare tale compito per divenire un punto di osservazione rivolto non tanto, o non solo, al vino, quanto al mondo ad esso collegato. 
Dal 1° gennaio 2012 il blog vive di completa vita propria ed è l'espressione del pensiero sul vino, e del mondo ad esso correlato, dell'autore. 

E DI CHI LO SCRIVE

Se è vero che dietro ad ogni bottiglia di vino c'è un uomo, decisamente io sono davanti a tale bottiglia: infatti non ho nessun interesse economico, diretto o indiretto, con il mondo produttivo del vino ne con la parte di commercializzazione o vendita, pertanto nessuna mia opinione può essere influenzata da tale aspetto. 
Sono nato nel giugno del 1967 ai piedi del Monte Grappa, e vivo il vino come elemento parallelo alla mia vita: per questo amo parlarne.
Non cerco filtri o alibi: firmo ogni mio intervento e sono sempre raggiungibile all'indirizzo mail alessandrosb@libero.it

CALENDARIO

April 2014
M T W T F S S
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
<< < > >>

IL CIRCOLO DEI SAGGI BEVITORI

colori-bis2.gif

Il Circolo dei Saggi Bevitori è un'associazione enoculturale no profit che si prefigge di promuovere ed educare all'arte del bere bene. I Saggi Bevitori sono persone che amano condividere questa gioia, ed il Circolo è aperto ad ogni persona che voglia approfondire le proprie conoscenze oppure trasmetterle.

Per maggiori informazioni visita il sito digitando qui oppure scrivi a info@saggibevitori.it 

Sede operativa: C\O Asolo Golf Club 
La sede operativa è situata presso l'Asolo Golf Club, in Via Dei Borghi n°1 - 31034 Cavaso del Tomba (TV)

Crea un blog gratis su over-blog.com - Contatti - C.G.U. - Remunerazione in diritti d'autore - Segnala abusi - Articoli più commentati